Alberto Scocco | Le mappe mentali per l’empowerment e lo smart working

0
343

le mappe mentali nascono per fare brainstorming e prendere appunti, evolvendosi nel tempo e prendendo piede con gli strumenti informatici.

la differenza tra strumento tecnologico e strumento metodologico, le mappe mentali hanno certe particolarità rispetto a quelle concettuali: chi ha solo il martello vede solo chiodi

Le mappe mentali sono a forma di neurone. Le mappe concettuali sono formate da simboli grafici dove all’interno è presente un testo

Le mappe mentali anche a scuola per favorire ll’inclusione

 

 

 

 

Previous articleFranco Zambonelli | Algocrazia: il potere dell’intelligenza artificiale
Next articleElena Ferrara | Cyberbullismo: la legge 71 si confronta con il Covid
giornalista, saggista, docente e consulente aziendale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here